Labsus – Laboratorio per la sussidiarietà

Interventi Emblematici: Beni Comuni

Dal 2016 Fondazione Cariplo si occupa anche di Beni Comuni, beni di cui la comunità si assume la responsabilità della cura, dell’uso, della rigenerazione. Sono legalmente beni pubblici o privati, ma comuni socialmente, perché scelti dalle persone (con il consenso del proprietario) per farne un uso di utilità sociale. I beni comuni sono infatti beni materiali come immobili, stazioni, caserme, scuole, ma anche parchi, piazze, giardini che, se curati nell’interesse generale, migliorano la qualità della vita di tutti i membri di una comunità. I cittadini che si assumono la responsabilità della valorizzazione di quel bene lo fanno volontariamente utilizzando risorse proprie come tempo, competenze, relazioni, mezzi, donazioni. Per poter essere operativo e sostenibile nel tempo però il programma di interventi sul bene comune deve prevedere che alle risorse “civiche” si aggiungano altre risorse di tipo economico ed organizzativo di soggetti e istituzioni del territorio anche imprenditoriali, quali imprese sociali, cooperative di comunità e altri soggetti del privato e del privato sociale. È qui che entra in scena Fondazione Cariplo con un bando che nelle sue prime due edizioni, 2016 e 2017, ha dato linfa vitale a ben 15 progetti sui territori di Como, Cremona, Lodi, Mantova, Monza Brianza, Novara e Verbano Cusio Ossola.

I progetti sono stati selezionati da Fondazione Cariplo con il supporto fondamentale dalle Fondazioni di Comunità, antenne attive sul territorio che hanno condiviso l’importanza di lavorare sul tema dei Beni Comuni e che assicurano il loro sostegno nella costruzione di reti solidali che possano favorire partecipazione ed eventuali raccolte-fondi. I progetti sono in corso e il Laboratorio per la Sussidiarietà Labsus, sotto la guida del Prof. Arena, li sta accompagnando nel loro percorso di implementazione, per favorire l’incontro e lo scambio delle esperienze oltre che per guidarli attraverso il monitoraggio e la valutazione dei risultati.

Fondazione Cariplo ha affidato il progetto di storytelling ad alcuni studenti del Master in Giornalismo della Scuola “Walter Tobagi” dell’Università Statale di Milano che periodicamente ci tengono aggiornati sulle novità e sullo stato di avanzamento dei progetti.
I primi giovani reporter sono stati: Nicola Baroni, Jacopo Bernardini, Francesco Caligaris, Marta Facchini, Mattia Guastafierro, Valentina Iorio, Giovanni Marrucci e Lorenzo Nicolao [www.lasestina.unimi.it].

A che punto siamo 

Leggi il reportage sullo stato d’avanzamento dei primi progetti avviati, realizzato dai ragazzi del Master in Giornalismo Walter Tobagi.

Scopri le storie dei progetti nelle schede sotto.

correlate

Casalmaggiore: comunità coesa, solidale e sostenibile

Leggi tutto

Capergnanica: riscoprire la Cappelletta campestre

Leggi tutto

Crema: percorsi partecipati al Centro Sant’Agostino

Leggi tutto

Porto Mantovano: sala polivalente al Drasso Park

Leggi tutto

Omegna: valorizzazione dell’area Ponte Antico

Leggi tutto

Novara: un HUB d'innovazione sociale per la città

Leggi tutto

Novara: quartiere amico! La casa della solidarietà

Leggi tutto